Skip to content

Abbattere gli alberi

giugno 10, 2010

«Intorno alla mia stanza tra i campi, il vento si riempie di foglie di alberi piantati da me. Quando scrivevo Non ora, non qui nessuno di loro aveva piede in terra. Qui posso misurare il tempo in foglie, in rami che si fanno spazio in aria. Da qui gli anni sono alberi che spingono dal basso verso l’alto. Da qui il tempo ha radici di mimosa, di mandorlo, di pioppo, noce, tiglio, leccio, rosmarino. Sono la famiglia che mi è cresciuta intorno. Loro e non i libri hanno peso nel vento».

Ho voluto iniziare questo articolo con le parole usate da Erri De Luca per presentare la sua prima opera, Non ora, non qui, che gli ha dato la notorietà.

Parole forti, importanti che ho voluto rubare a un grande scrittore come De Luca per parlare di quanto accaduto a Crespellano.

Il mio amico Roberto, creatore del mio blog e paziente risolutore dei pasticci informatici che combino, mi segnala l’abbattimento degli alberi che separavano le Scuole Elementari di Crespellano dalla Bazzanese. Alberi sotto la cui ombra i  figli di Roberto (e molti altri bambini)  hanno giocato  durante la ricreazione. Sul suo blog, che vi invito a visitare perché è un blog interessante che affronta problemi che riguardano tutti noi,   Roberto ha inserito un articolo potente e fotografie che testimoniano lo scempio compiuto. I mozziconi di questi splendidi alberi secolari, si ergono, in tutta la loro desolazione, come arti mozzati. Arti mozzati rimossi in fretta.

Rubo le parole ad un altro grande della letteratura: Gianni Rodari.

L’albero dei poveri

Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato:
nella mia casa, accanto al mio letto
non è fiorito l’alberetto.
Ci sono soltanto i fiori del gelo
sui vetri che mi nascondono il cielo.
L’albero dei poveri sul vetro è fiorito:
io lo cancello con un dito.

Gianni Rodari

Non cancelliamo gli alberi. Gli alberi sono il nostro respiro, in ogni stormire delle foglie mosse dal vento.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: