Skip to content

Nel nome del padre di Gianni Biondillo

giugno 25, 2010

Ultimo libro letto con il gruppo di lettura organizzato dalla fatina metropolitana Vita Marinelli che, per fortuna, non si piega alla routine quotidiana e vola alto, è Nel nome del padre di Gianni Biondillo.

Il libro non ha come protagonista Ferraro, il poliziotto di Per cosa si uccide (vedi articolo fra i post di maggio), ma Luca, padre separato, che lotta per incontrare la figlia Alice, combattendo contro Sonia, la moglie, rancorosa e in cerca di vendetta.

Un argomento di attualità e doloroso: la separazione dai figli quando una coppia si sfalda.

Luca racconta la sua storia: come ha conosciuto Sonia, la nascita di Alice, momenti della loro vita insieme.  Una famiglia, come tante, con il marito, Luca, fagocitato da un lavoro che lo porta spesso lontano da casa, una moglie con troppi mal di testa e Alice che chiede solo di vivere la sua vita da bambina.

Una famiglia che va in pezzi e il lettore si trova a condividere con Luca le controversie legali, le scuse di Sonia per impedire a Luca di incontrare la figlia. Il senso di impotenza, smarrimento di Luca. Alice che è davvero l’unica vittima.

Il lettore all’inizio non comprende il motivo per cui Sonia prova tanto astio nei confronti di Luca. Solo alla fine si scopre che Luca l’ha tradita (una notte senza importanza le parole di Luca) e Sonia viene a conoscenza del tradimento tramite Sandro, amico di Luca, con cui allaccia una relazione.

Viene spontaneo domandarsi quale reazione avrebbe avuto un lettore se la storia fosse narrata da Sonia e iniziasse con il “tradimento senza importanza” (per chi?).

Senza nulla togliere alla realtà di mogli che usano i figli come ostaggi o merce di scambio.

Il tema trattato è difficile e, ammetto Nel nome del padre di  Biondillo mi ha lasciato una sensazione di  incompletezza.

Alcune contraddizioni (Alice che a pag. 32 frequenta la seconda elementare e la pagina dopo la scuola materna) e frasi da fiction televisiva come “hanno appeso lo strumento al chiodo” avvalorano la convinzione che preferisco Biondillo giallista.

Nel nome del padre

di Gianni Biondillo

Editore Guanda (collana Narratori della Fenice)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: