Skip to content

LA DEA MADRINA – ROBERT HULTNER

settembre 30, 2010

Riprendono gli incontri alla libreria Trame. Chi non conosce questa libreria e abita a Bologna e dintorni è pregato di colmare la lacuna. La libreria Trame di Nicoletta e socie è una fucina di  idee, calore e incontri letterari.

Ieri sera interessante incontro con Robert Hultner che si è aggiudicato il Deutscher Krimipreis e il Premio Glauser come miglior romanzo giallo nel 1998 e presenta il suo nuovo romanzo “La dea madrina”.  Relatore Piero Calò.

Romanzo corale, narrato in terza persona,  ambientato a Monaco nel 1924 con molti personaggi (l’eroe, antieroe ecc.) e molti intrecci.

Il libro racconta la storia di Kaletan che,  sospeso dal servizio regolare a causa di un’insubordinazione, decide di svolgere un’indagine personale sull’omicidio di una prostituta uccisa in un quartiere a luci rosse di Monaco.

Calò fa notare che Kaletan è inadeguato ovunque si trovi. Hultner sostiene che è un bravo investigatore, anche se ha il grosso problema  che quando decide la linea da seguire non riesce a vedere il contorno. Ha però delle ottime intuizioni.

Nelle prime frasi del romanzo c’è un vecchietto, in un’osteria, che vorrebbe raccontare la storia di come Eglinger avesse trovato la morte , ma  gli altri lo zittiscono. Ed è da qui che Hultner inizia a raccontare la storia. Una piccola storia che si salderà con la Grande Storia della Germania nel periodo nazista. Hultner ricorda che da bambino non si parlava mai di cosa era accaduto. Un grande silenzio copriva il passato, anche la voce di chi aveva lottato contro il nazismo. “Mancando il racconto della storia, manca  il processo di maturazione di una persona”  afferma Hultner. Gli unici che hanno raccontato  quel periodo sono  i rappresentanti della piccola e media borghesia, i contadini e gli operai erano occupati  a sopravvivere. Hultner andava nei paesi a farsi raccontare da chi aveva vissuto quel periodo cosa era accaduto ricostruendo la Storia attraverso le storie delle persone.

Perché scrive romanzi storici?” chiede Piero Calò. “Per trarne qualche insegnamento per oggi” è la risposta di Hultner e aggiunge che si è accorto che le motivazioni che animano gli uomini sono sempre le stesse, anche se cambia il contesto.

Altra domanda di Calò: “riflette sulle parole da usare o ha una scrittura spontanea? Quando scrive?”.

Hultner sorride: “ho una scrittura spontanea, non c’è un progetto  strutturale alla base e scrivo quando arriva l’ispirazione, non ho orari, se mi viene un’idea alla tre di notte mi alzo e scrivo”.

Calò ricorda che pur raccontando una  storia drammatica, vi sono momenti comici. Hultner risponde che ogni dramma è un continuo gioco fra dramma e comico.

La dea madrina

Di Robert Hultner

Del Vecchio Editore

Isbn 9788861100237

Robert Hultner è  stato assistente alla regia, drammaturgo, e regista di cortometraggi e documentari. Ha viaggiato con un cinema ambulante in paesi privi di sale cinematografiche e ricostruito filmati storici per il Museo del cinema di Monaco. Nel 1993 esce il suo primo romanzo giallo, “Walching” in cui vede la luce la figura dell’ispettore Kajetan che, negli anni ‘20, svolge le sue indagini nella regione intorno Monaco di Baviera.

Annunci
One Comment leave one →
  1. chiara permalink
    ottobre 3, 2010 09:07

    Mi dispiace molto di non essere intervenuta all’incontro, cercherò di rimediare leggendo il libro….sono completamente in accordo con l’ “incipit” dell’articolo di Katia e anch’io rinnovo a tutti l’invito a passare da “Trame”: definirla liberia è molto riduttivo; per me è un luogo dove scoprire libri nuovi, dove trovare qualcuno (le libraie) sempre disponibili e attente…dove puoi ritrovarti!!!! Provare per …….leggere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: