Skip to content

Il Gastronauta

gennaio 19, 2011

Le feste natalizie sono appena trascorse e vi propongo di rituffarvi nel cibo.

Incontro all’Ambasciatori in via Orefici a Bologna con Davide Paolini, firma storica della scrittura enogastronomica. Con il “Gastronauta” Davide Paolini dialoga il giornalista Helmut Failoni.

Failoni inizia l’incontro con una domanda:

“Cosa hai mangiato oggi?”

“Oggi ho mangiato a casa, in fretta, perché dovevo prendere il treno” risponde Paolini “culatello con mostarda e ho bevuto del vino naturale”.

“Sempre attento al cibo” fa notare Failoni.

“Sì, perché si mangia con la testa e non con la pancia, si deve pensare a quello che si mangia” afferma Paolini.

Failoni ricorda le guide ai ristoranti di Paolini e la sua abitudine a non stilare classifiche  che hanno reso le sue guide particolari e diverse dalle altre.

Paolini risponde che non ha mai amato dare voti, preferisce usare termini come “gli intoccabili” o “extralarge” per esprimere un giudizio.

“Cosa cattura la tua attenzione quando entri in un ristorante?” domanda Failoni.

“Può essere l’arredo, alcuni piatti ben realizzati, la carta dei vini o l’utilizzo delle materie prime” risponde Paolini “anche se una certa materia non garantisce che il piatto sia buono, deve essere lo chef a rendere il piatto straordinario”.

“E’ sufficiente un’unica visita per scrivere di un ristorante?” chiede Failoni e, ammetto, che è una domanda che avrei sempre voluto fare.   

“A volte sì, se i piatti che ordino sono straordinari” confessa Paolini “anche se due o tre visite sono l’ideale per scrivere di un ristorante”.

“Come scegli i ristoranti?” questa curiosità è di molti dei presenti in sala.

Paolini risponde che a volte sono i piccoli produttori a fornire tracce di ristoranti interessanti, a volte riceve indicazioni dagli ascoltatori del suo programma “Gastronauta”, in onda su Radio 24 o  segnalazioni sul suo blog www.gastronauta.it, precisando che il cibo per lui è un mezzo per scoprire il fine, cioè le persone e i luoghi.

 “Quale sarà il futuro della ristorazione?” domanda che interessa molti cuochi e proprietari di ristoranti presenti in sala.

“Sarà un periodo di stasi, non aspettatevi rivoluzioni, niente nouvelle cousine  o cucina molecolare” risponde Paolini “ si tornerà a una cucina molto semplice, meno salmone e caviale e utilizzo dei prodotti messi in un angolo. Si vedrà l’abilità degli chef”.

“Niente rivoluzioni?” Failoni sembra deluso.

“Sparirà il menù degustazione  e la rivoluzione ci sarà nel pranzo del mezzogiorno che non esisterà più inteso nel termine classico e subirà una semplificazione massima”.

La rivincita del boccone mangiato al volo, penso avvicinandomi alla cassa per acquistare i suoi libri: “I vini low cost di qualità” e “Cibovagando fra i formaggi d’Italia”. Quello sui salumi non lo prendo, manca la mortadella.

Vi consiglio di visitare il sito Il Gastronauta perché è davvero interessante.

 I vini low cost di qualità

di Davide Paolini

Editore Edagricole

Isbn 9788850653270

 Davide Paolini, giornalista, ha coniato il termine “Gastronauta” e collabora con numerose testate giornalistiche fra cui Panorama, Vanity Fair, Europeo. Per il Sole 24 Ore cura la rubrica domenicale di cibo e vino.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. gennaio 20, 2011 07:56

    Interessante Katia.
    Brava, e’ sopratutto interessante conoscere l’opinione di Paolini sul futuro, che condivido appieno.

    • katiapenne permalink*
      gennaio 20, 2011 16:48

      Grazie Walter. Paolini è una persona competente che ci porta a riflettere. Anch’io sono convinta che le sue previsioni sul futuro della ristorazione sono azzeccate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: