Skip to content

Incontro con l’autore – Maria Pia Veladiano

aprile 20, 2011

Un incontro con l’autore,  davvero particolare quello con Maria Pia Veladiano, venuta a Bologna un sabato di sole per incontrare il nostro gruppo di lettura Gli Itineranti, ritagliando, fra i suoi numerosi impegni, uno spazio tutto per noi.

La sensazione è quella di conoscerla da sempre, anche se è la prima volta che ci incontriamo, per la naturalezza e la disponibilità con cui risponde alle nostre domande che, a volte, si sovrappongono nel timore di vederle fuggire via.

Come è nata l’idea di scrivere La vita accanto?

V. “Senza consapevolezza. La storia non è reale, i sentimenti sì”.

Una storia (vedi post precedente) che racconta della bruttezza come confine ed espediente per raccontare l’importanza dell’essere amati.

Maria Pia ci svela che il titolo originale della “La vita accanto”, con cui ha vinto il premio Calvino 2010, era “Memorie mancate”.

Confesso di preferire “La vita accanto”.

Come è nata l’idea di usare la poesia per fare “parlare” la madre di Rebecca?

V. “La poesia può essere una maschera. E’ una scrittura criptica e il dolore della madre è talmente forte che la poesia le permette di raccontarsi senza scoprirsi troppo”.

Nel romanzo parli di Dio con durezza

V. “Sono punti di vista dei personaggi (la madre di Rebecca, Rebecca stessa quando dice: “Se Dio esiste deve essere molto distratto”). Il Dio in cui credo è colui che sta accanto agli uomini, anche quando sbagliano. Ogni persona non è mai solo bene o solo male”.

Zia Erminia all’inizio appare come l’unica persona che può salvare Rebecca, invece si scoprirà la sua cattiveria

V. “Erminia è accecata dalla passione per il fratello. La passione non è governabile, questo però non le impedisce di scoprire il talento di Rebecca per la musica”.

Lucilla, come non si può amare il suo personaggio

V. “Lucilla è il personaggio più amato dagli uomini. Hanno fondato anche un fans club”.

Nota personale:  penso di iscrivermi al club anche se non sono un uomo, anch’io ho amato molto questo personaggio durante la lettura del libro.

Le ore scorrono veloci, le domande incalzano e Maria Pia non si sottrae. La sensazione è di trascorrere un pomeriggio fra amici a parlare di libri.

Naturale conclusione davanti a vassoi di dolci, rigorosamente fatti in casa.

E quando Maria Pia sostiene che al male bisogna resistere e che lei crede nella rete delle relazioni, come non essere d’accordo?

Confrontarci, condividere, comprendere l’altro e fare il “bene” tutti i giorni può solo renderci migliori. As-so-lu-ta-men-te!

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Nicoletta Maldini Libreria Trame permalink
    aprile 20, 2011 09:59

    peccato perdersi questi momenti
    finisce che come libraia sempre di corsa perdo di vista l’emozione e il contenuto dei testi

    acc!!!

    grazie Katia

    Nico

  2. katiapenne permalink*
    aprile 20, 2011 19:27

    La tua libreria è un luogo dove incontrare persone interessanti, condividere pensieri e ascoltare consigli competenti e tu sei un punto di riferimento! Il libro di Maria Pia è davvero una perla preziosa e andrebbe letto nelle scuole.
    Katia

  3. chiara permalink
    aprile 22, 2011 20:39

    As-so-lu-ta-men-te un pomeriggio indimendicabile, energia ed emozioni sono state protagoniste!
    Fantastica Maria Pia e come poteva non essere cosi!
    Basta leggere il suo libro: semplicemente……..bello!
    Già dalla prima pagina capisci che c’è qualcosa dentro che va oltre le parole, va oltre la
    bruttezza, va oltre il male, va oltre il pettegolezzo, va oltre l’aria, va oltre la passione…..
    l’amore va oltre!
    Grazie Maria Pia, spero di poterti ascoltare e leggere presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: