Skip to content

Era il tempo del buio e del coltello – Franco Foschi

maggio 3, 2012

Presentazione alla Libreria Trame (via Goito n. 3/c Bologna), dalla mitica Nicoletta, del libro di Franco Foschi  Era il tempo del buio e del coltello, relatore Alfredo Colitto.

Atmosfera familiare per un autore poliedrico (pediatra, scrittore e sceneggiatore radiofonico), con cui condivido il motto: urgent vivre.

Foschi, come si legge nei ringraziamenti a fine libro, ha potuto usufruire delle competenze del prof. Rolando Dondarini, professore associato di Storia Medievale presso il Dipartimento di Discipline Storiche dell’Università di Bologna, per addentrarsi nell’atmosfera medievale.

Non si tratta però di una raccolta di racconti storici, ma di storie.

“Le storie, più che la storia, sono il mio forte” confessa l’autore, nelle chiacchiere in guisa di prefazione.

Alfredo Colitto ne approfitta per dare il “la” all’incontro e chiedere:

“Spiega la differenza fra uno scrittore di storie e uno storico”.

La risposta di Foschi è immediata.

“Chi vuole parlare di storia ha un approccio scientifico, lo scrittore ha una libertà più ampia. Il primato è dell’immaginazione”.

Condivido e sorrido in comunanza di sensazioni.

Il primo racconto è diviso in due parti. Il protagonista è Carlo Magno che arriva  a Bologna per accaparrarsi le reliquie dei santi Vitale e Agricola. Un Carlo Magno visto con uno sguardo diverso da quello consueto dei libri di scuola.

Il secondo racconto (è quello preferito di Foschi) ha come protagonista Guido Monaco, conosciuto anche come Guido D’Arezzo o Guido Aretino, considerato l’ideatore della moderna notazione musicale.

Logico immaginare che questa sua intuizione-scoperta fu accolta da ovazioni. Non sempre è così.

Il terzo racconto è incentrato su un avvenimento importante per Bologna. Nel 1257 il Comune licenzia il Liber Paradisus  rendendo liberi dalla servitù tutti gli uomini e le donne della città. Primo fra i Comuni in Italia e forse uno dei primi al mondo.

La libertà, a volte, costa cara.

L’ultimo racconto parla del sentimento che fa girare il mondo (non illudetevi sia lo spread!).

Nel “Con la sua bella in sella” Foschi racconta la passione fra Laura Malatesta detta La Parisina e Ugo, figlio illegittimo e amato di Niccolò d’Este. Lei, La Parisina, era andata sposa a Niccolò d’Este per motivi di realpolitik, unire le  due famiglie (Este e Malatesta) contro i milanesi.

Colitto interviene.

Galeotto fu un libro “Tristano e Isotta”. I romanzi d’amore fanno male?”.

Foschi sorride.

“Non lo so. Ho vissuto questa storia come esemplare. Lei bella, colta va sposa a un d’Este e si innamora di Ugo, figlio illegittimo del marito Niccolò d’Este,  che all’inizio, come nei più classici dei copioni, gli sta pure antipatico. Al di là di tutto, come accade sempre, Laura si innamora. Ci si innamora sempre di qualcuno che non è proprio il caso. Siamo umani”.

Annuisco e condivido di nuovo. Non è forse questo il bello della vita? L’amore si fa beffe delle convenzioni, delle regole, della convenienza. L’amore, l’unico, insieme alla morte, che non si può comprare.

Alla fine di ogni racconto c’è una ricetta medievale (Quaglie ripiene allo spiedo, ricetta del curato o anguilla di San Vincenzo, lo scapece da taverna e maialino rovesciato) “ricette fattibili anche ai giorni nostri” come garantisce l’autore.

Libro davvero piacevole.

Era il tempo del buio e del coltello

Franco Foschi

Zona Editrice

Isbn 9788864382159

Annunci
One Comment leave one →
  1. franco foschi permalink
    maggio 4, 2012 00:40

    Io stavo benissimo, ero come una quaglia ripiena allo spiedo, con tutti i miei amici intorno… queste sono le presentazioni che amo: con chi non vedo da tempo, con chi ho consuetudine, con chi viene sorridente, è sempre così, in questi casi… Poi c’é la letteratura. Ma il resto è meglio.
    Takk per le belle parole.

    franco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: