Skip to content

Gli onori di casa – Alicia Giménez Bartlett .

gennaio 29, 2013

Gli onori di casa – Alicia Giménez Bartlett

Presentazione del nuovo libro “Gli onori di casa”  di Alicia Giménez Bartlett all’Ambasciatori via Orefici n. 19 Bologna. Dialoga con la scrittrice Marco Malvaldi.

Alicia Gimenéz Bartlett arriva puntuale e si rivolge al pubblico parlando in italiano. Si capisce subito che è a suo agio e fra lei e Malvaldi c’è feeling.

Prima domanda di Malvaldi: “Perché Nadie quiere saber……” è stato tradotto in “Gli onori di casa”?”

Bartlett:” Il titolo non piaceva all’editore e mi ha proposto “Gli onori di casa”. Nella lingua spagnola non ha senso, ma l’editore mi ha spiegato il significato e ho detto va bene. Chiaro, tanto è l’editore che decide”.

Malvaldi: “Quello che mi amo di più dei tuoi libri è il conflitto di Petra fra la libertà e la famiglia. Quando scrivi di questo aspetto da dove scaturisce? Dall’umore?”.

Bartlett: “E’ un conflitto fra la libertà e l’amore. E’ vero che l’amore è importante, ma perché lasciare tutta la libertà in una relazione? Molte lettrici italiane mi hanno chiesto perché ho fatto sposare Petra per la tera volta. Perché non dovrebbe avere importanza se una donna è single, suora, sposata o altro. La sua personalità dovrebbe rimanere uguale. La penso come Petra”.

Malvaldi: “Per me assomigli a Petra anche nel fatto che vuoi che il tuo lavoro venga rispettato. Nasce da uno sfogo personale?”

Bartlett: “Io sono stata fortunata, i miei due mariti ….(mormorio fra il pubblico) un marito alla volta (risata) e non tre come Petra, ma non si può mai sapere (adoro questa donna!) hanno rispettato il mio lavoro. Siamo noi donne che ci sentiamo sempre in colpa e ci dedichiamo troppo al nostro ruolo di madri e mogli. Il cambiamento deve venire dalle donne”.

Malvaldi: “Nei tuoi libri presenti vari locali. Veri o inventati?”

Bartlett: “All’inizio i locali li inventavo Era più facile per le descrizioni delle decorazioni, dei tavoli ecc., poi ho descritto un locale vero dove mi piaceva andare a mangiare e quando ci sono tornata, dopo l’uscita del mio libro con la sua descrizione, i proprietari del locale mi hanno ringraziato e non mi hanno fatto pagare. Ora descrivo locali veri”. (Risata del pubblico).

Malvaldi: “Perché hai chiamato la tua protagonista Petra Delicado?”

Bartlett: “Il nome mi è venuto subito. Non ho pensato all’ossimoro (Pietra e delicata) in un primo momento. Come non avevo pensato che Delicado è un cognome comune nel paese in cui sono nata, fino a quando non me lo ha fatto notare il Sindaco durante una presentazione”.

Malvaldi: “Gli scrittori a volte fanno cose non spiegabili. Ci sono persone convinte che tu sia Petra”.

Bartlett: “Io so che Petra non è me. E’ più giovane, più tosta ma è vero che i giornalisti fanno domande sulla mia vita privata pensando che io sia Petra, ma non lo sono. E’ importante che il lettore veda la differenza fra la vita di uno scrittore e  i suoi personaggi”.

Malvadi: “Fermin Garzòn è il classico umo mediterraneo. E’ il personaggio che preferisco: un monolite solido e affidabile. E’ diventato diverso da quello che immaginavi all’inizio?”.

Bartlett: “ Ho un’immagine degli uomini che non è negativa. Garzòn è un po’ il simbolo di tutto questo. Io credo sia possibile l’amicizia fra un uomo e una donna, come fra Fermin e Petra, senza distinzione di classe o cultura. Garzòn mi piace più di Petra”.

Malvaldi passa la parola al pubblico che si scatena. Alicia Giménez Bartlett è disponibile, vivace, carica di umanità combattiva e ironica. Si ride spesso.

Torno a casa con il libro autografato e il piacere di aver incontrato una bella tipa tosta.

Alcune foto.

015 016 017

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: